L’INDIA ABBRACCIA LA MOBILITà ELETTRICA

Con la congestione cronica del traffico e l’inquinamento atmosferico alle stelle, i principali stati indiani stanno cercando veicoli elettrici come principale soluzione. Stati, come Telangana, stanno sviluppando politiche sui veicoli elettrici per lavorare in parallelo con la politica nazionale riferita ai  veicoli elettrici e la mobilità lanciata di recente e denominata, FAME II .

Il programma FAME II assegna un miliardo di dollari per gli aiuti in conto capitale a veicoli elettrici a 2 e 3 ruote, flotte di veicoli e relative infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Questo è solo l’inizio dell’opportunità EV in India. Considerando che l’India ha 28 auto per ogni 1.000 persone, rispetto agli Stati Uniti o in Europa che registrano oltre 850 auto per 1.000 persone, le opportunità per bloccare il risparmio energetico, combattere l’inquinamento e combattere i cambiamenti climatici sono enormi.

Molti stati stanno attualmente aggiornando le loro bozze di politiche statali sui veicoli elettrici per includere le disposizioni e gli incentivi nell’ambito di FAME II. Il Dipartimento delle industrie pesanti (DHI) ha manifestato interesse nei confronti  dei dipartimenti di trasporto statali per lo spiegamento di 5.000 autobus elettrici. Gujarat, Uttar Pradesh, Rajasthan e Kerala sono alcuni degli Stati che hanno già presentato proposte al governo per l’acquisto di autobus elettrici nell’ambito del programma FAME II.

Per sviluppare il mercato nazionale dei veicoli elettrici, i produttori di veicoli hanno espresso la necessità di una garanzia della domanda da parte del governo. I produttori di veicoli hanno discusso della disponibilità di materie prime, della produzione di componenti auto, della produzione di veicoli specifici per i requisiti indiani (maggiore rappresentanza delle 2 ruote), della disponibilità di sufficienti stazioni di ricarica, della capacità di riciclaggio e smaltimento delle batterie.

I produttori di batterie hanno sottolineato che per raggiungere gli obiettivi di implementazione di FAME II EV sono necessari 70 GW di batterie. Alcune parti interessate hanno sottolineato la necessità di standardizzare le batterie per raggiungere economie di scala, mentre altre hanno affermato che la standardizzazione ridurrebbe l’innovazione.

DNRDC e ASCI hanno presentato il “panorama delle politiche sulle infrastrutture di ricarica” in India e a livello internazionale. La presentazione si è concentrata sulla necessità che la politica dei veicoli elettrici si concentrasse sulla creazione di infrastrutture di ricarica, dato il suo ruolo fondamentale nell’ecosistema di veicoli elettrici dell’India. La mobilità elettrica è un’importante opportunità per ridurre l’inquinamento e affrontare i cambiamenti climatici. Coinvolgere una vasta gamma di parti interessate, è essenziale per far crescere un mercato di veicoli elettrici di successo in India.